Pete Doherty, dalla cella all’Idro Rock

Il discusso fidanzato di Kate Moss canterà domenica 3 settembre

Giacomo Susca

Confermato. Pete Doherty e i suoi Babyshambles suoneranno il 3 settembre all’Idroscalo, in occasione del festival punk e metal «Rock in Idro». Lo assicura l’organizzazione della manifestazione, che ha strappato il «sì» agli impresari della band londinese. Il cantante, arrestato giovedì per detenzione di droghe, è stato rilasciato con la condizionale e dovrà seguire una terapia, con l’obbligo di tornare in clinica ogni sera entro le dieci. I fan tireranno un sospiro di sollievo. Ma visto che si parla non proprio di un angioletto, meglio essere prudenti.
Balzato alle cronache come «dolce» - si fa per dire - metà della modella Kate Moss, si definisce «il nuovo John Lennon». In realtà, il divo maledetto più che per le canzoni si fa ricordare per le bravate. E per l’accusa di aver condotto la fidanzata sulla via della polvere bianca, lui che è tossicodipendente dichiarato e il carcere lo frequenta spesso. Mentre la bella Kate si trovava in Arizona per disintossicarsi, lui non la smetteva di combinar guai. Breve elenco delle più recenti, tanto per dare l’idea. Maggio: si presenta ai microfoni della Mtv tedesca per un’intervista, e invece pensa bene di schizzare la telecamera con la siringa prima usata per iniettarsi eroina. Giugno: lascia un ago impiegato per lo stesso scopo nel bagno dell’ aereo diretto a Barcellona, dove è in programma una data del tour. Concerto annullato e divieto di volare ancora con quella compagnia. Una settimana fa: salta anche l’esibizione di Ibiza perché non ricorda dove ha messo il passaporto. Le rockstar sono fatte così. Dissolutezza al servizio della vena creativa. Prendere o lasciare. Sempre che il bizzoso Pete non dia buca.