Petraeus a Bush: niente ritiro dall'Iraq per altri sei mesi

Il generale David
Petraeus, comandante delle truppe americane in Iraq, ha raccomandato alla Casa Bianca di
rimandare di almeno sei mesi ogni decisione relativa ad una riduzione delle truppe da
combattimento

Washington - Il generale David Petraeus, comandante delle truppe americane in Iraq, ha raccomandato alla Casa Bianca di rimandare di almeno sei mesi ogni decisione relativa ad una riduzione delle truppe da combattimento. Lo riporta il "New York Times" nel giorno dell’attesa audizione di Petraeus in Congresso, durante la quale il generale farà il punto sulla situazione nel paese mediorientale. Come rivelato da alcuni funzionari del governo, Petraeus ha detto al presidente George W. Bush che la riduzione delle truppe potrebbe iniziare a metà dicembre con il ritiro di una delle 20 brigate da combattimento, equivalente a circa 4.000 soldati. Entro agosto 2008 le forze americane in Iraq potrebbero tornare a 15 brigate, ovvero al livello precedente l’invio di rinforzi voluto da Bush questa primavera.