Petrella (An): «Il parco è regno della prostitute»

«È incredibile la condizione in cui versa il parco della Marcigliana per questo con un’interrogazione ho voluto chiedere al Presidente della Provincia di Roma, Gasbarra, di conoscere gli interventi e le strategie che questo Ente intende approntare affinché questo patrimonio verde possa essere restituito ai cittadini del IV Municipio». È quanto afferma in una nota il vice Presidente vicario del Consiglio provinciale di Roma, Bruno Petrella (An). «La situazione è veramente grave - dichiara - perché la prostituzione è giunta ormai a livelli insopportabili per i cittadini del posto che vedono giorno e notte le loro strade invase da lucciole seminude, gay, e perfino da minori obbligati a prostituirsi». «Se questo non bastasse - continua l’esponente di An - il parco della Marcigliana è ormai diventato una discarica abusiva a cielo aperto per medicine scadute, calcinacci e non si sa di cos’altro». «Non è possibile continuare così - tuona Petrella - ho interrogato infatti Gasbarra per conoscere le risoluzione che intende prendere l’Ente Roma Natura, la Regione Lazio, il Comune di Roma, gli organi competenti e il IV Municipio, perché è tempo di finirla con le chiacchiere, è tempo di passare ai fatti. Ho chiesto ancora a Gasbarra di farsi portavoce presso il Prefetto per sollecitare una maggiore sorveglianza in quelle aree al fine di arginare la prostituzione, in particolare quella minorile e per far cessare subito l’uso di abbandonare rifiuti nel parco».