Petrolchimico Mantova Un uomo in ospedale per nube di anidride

Una nube di anidride solforosa si è formata per il contatto tra l'acqua piovana, accumulatasi dopo le recenti piogge, e il bitume caldo. Trasportata dal vento è arrivata alla ditta Bellelli Energy. Una persona è ricoverata in ospedale, ma non è grave

Mantova - Da un serbatoio della Ies di Mantova, all'interno del polo petrolchimico, è fuioriuscita una nube di anidride solforosa che si è sviluppata a causa del contatto dell'acqua con il bitume caldo. L’acqua si sarebbe accumulata a causa delle piogge dei giorni scorsi. La nube è stata trasportata dal vento alla vicina ditta Belleli Energy e alcune persone sarebbero rimaste intossicate. Una persona è stata ricoverata in ospedale ma le sue condizioni non sono gravi.

Il polo petrolchimico Costruito nel 1957 all'uscita del Lago Inferiore, una delle tre enormi anse che forma il fiume Mincio attorno alla città, oggi vi si producono soprattutto plastiche e fibre sintetiche. Fino al 1991 al suo interno funzionava anche un impianto cloro-soda a mercurio.