Petroliferi in ripresa

Piazza Affari naviga a vista, cioè coglie gli aspetti quotidiani sul fronte delle società quotate, senza voler esprimere, almeno per ora, una tendenza ben definita. Gli indici principali hanno chiuso in moderata ascesa, intorno allo 0,2%, riportandosi a ridosso dei massimi della scorsa settimana. Scambi in aumento a 4,2 miliardi di controvalore. A sostenere il listino il recupero dei titoli energetici, sulla scia del nuovo rialzo del greggio: Saipem ed Erg svettano di oltre il 2%, mentre Eni recupera lo 0,8%; brilla Tenaris (più 2,4%), alla notizia del prossimo shopping in Argentina della società Acindar. Balzo in avanti di Esprinet (più 12,3%) all’annuncio dell’acquisizione della spagnola Memory Set. La trasformazione in società immobiliare di Perlier ha giovato all’azione che guadagna l’11,5%, mentre tra gli altri titoli del comparto, Beni stabili cresce del 2,6%, ma Risanamento perde il 4,5%. Decisa ripresa di Fastweb (più 3,8%) ai rumors dell’ingresso nel capitale di Fondi di investimento. Nuovo tonfo di Alitalia (meno 15,9%), accompagnato da un crollo dei diritti di opzione. Esordio in sordina per Guala Closure, con oscillazioni tra 4,175 e 4,3325, rispetto al collocamento di 4,2 euro.