PETROLIO Algeria, l’Eni vince un nuovo contratto di esplorazione

Il gruppo Eni si è aggiudicato il contratto per l’esplorazione e lo sfruttamento di un nuovo blocco petrolifero nel Sud dell’Algeria: si tratta del blocco di Kerzaz, che ha una superficie di oltre 16 mila km quadrati ed è considerato ad alto potenziale; è situato nel Bacino di Timimoun, 400 Km a Sud Est del campo «giant» di Hassi R’Mel. Eni ha vinto la prima gara d’appalto nazionale e internazionale lanciata dopo l’entrata in vigore della nuova legge sugli idrocarburi dall’Agenzia nazionale per la valorizzazione delle risorse energetiche. Altri tre blocchi, nel Sahara algerino, sono stati assegnati a British Gaz (12 mila km quadrati), Gazprom (3 mila) e alla tedesca Eon Rhurghaz (mille). Altri 12 blocchi andranno a gara nel 2009. Dopo l’apertura del 2005, le modifiche introdotte nel 2006 alla legge hanno segnato una svolta nella politica energetica dell’Algeria introducendo la quota obbligata del 51% di Sonatrach, l’ente algerino idrocarburi, in tutti i contratti.