Il petrolio fa crollare l’oro

Tonfo dell’oro che ieri ha chiuso al fixing di Londra a 558,70 dollari l'oncia, in ribasso rispetto ai 569,75 dollari della chiusura precedente. Brusca caduta anche negli Stati Uniti dove ha segnato il maggior calo dal dicembre 2004 a quota 556 dollari l'oncia. Il tonfo è stato spinto dal forte ribasso del greggio che ieri a New York è scivolato sotto i 64 dollari barile in vista di un dato più che brillante riguardo le scorte settimanali negli Stati Uniti che saranno comunicate oggi.