Petrolio, rotola il barile e perde oltre 2 dollari

Petrolio in ribasso sulle principali piazze mondiali, sulla scia dei timori che il rallentamento dell’economia Usa possa peggiorare, riducendo la domanda mondiale di greggio. A indebolire i corsi anche i realizzi e la speculazione in vista (domani) dei dati sugli stock strategici Usa. Le perdite del future sul greggio con scadenza a novembre raggiungono i 2 dollari il barile, mentre il dollaro si rafforza contro le più importanti valute internazionali, e gli analisti tecnici si attendono che il prezzo del petrolio rimanga sotto pressione. Al Nymex il Light crude ha perso 2,22 dollari al barile e ha chiuso a quota 79 dollari. La giornata del mercato Usa, fra l’altro, è stata caratterizzata da scambi particolarmente bassi per la festività del Columbus Day. Pesante anche la situazione a Londra, dove il Brent ha ceduto 2 dollari a 76,90, dopo avere toccato un minimo a 76,80 dollari.