Il petrolio scende ancora

Ancora in discesa il greggio, con il future del Wti nuovamente a ridosso dell’area dei 59 dollari al barile. I fattori che alimentano il trend ribassista sono la relativa mitezza delle temperature e le prese di profitto dei fondi in vista della chiusura dell’anno fiscale. Segnali di maggiore stabilità per l’oro. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 507 dollari l’oncia chiudendo una settimane nera in cui i prezzi hanno lasciato sul terreno circa il 5%. In ripresa il rame sostenuto dalla riduzione delle scorte.