Petrolio sotto 60 dollari

Mercoledì nero per l’oro con il fixing a quota 544,75 dollari l’oncia. In due sedute, il metallo giallo, sotto la pressione del rafforzamento della valuta americana, ha lasciato sul terreno 21 dollari tornando sui minimi delle tre settimane. Stessa musica per il greggio dopo che l’Opec ha deciso di mantenere gli attuali livelli produttivi. Così il future del Wti è scivolato sotto quota 60 dollari al barile. In forte calo il rame sotto 3.800 dollari sull’aumento di scorte.