Il petrolio torna a 60 dollari

La settimana si chiude con un significativo recupero dei prezzi del petrolio. Il contratto future del Wti si è riportato nell'area dei 60 dollari al barile. Tra le cause del repentino rialzo le tensioni in Nigeria dove si rischia il blocco dell'export di greggio. Un elemento di tensione che, insieme alla questione iraniana, ha incoraggiato le ricoperture tecniche, risollevando le quotazioni dai minimi degli ultimi cinquanta giorni. Stesso copione per l'oro con il fixing a quota 551.70 dollari.