Il petrolio torna sotto la soglia dei 73 dollari

Il cessate il fuoco tra Israele e gli hezbollah con base in Libano ha ieri subito raffreddato le quotazioni del petrolio. Il mercato è stato infatti rassicurato sul fatto che non dovrebbe subire ripercussioni l'offerta proveniente dal Medio Oriente, una regione che estrae circa in terzo del petrolio mondiale. I prezzi sono scesi anche dopo che Bp ha dichiarato che manterrà le estrazioni del suo stabilimento di Prudhoe Bay, il maggiore dell'America settentrionale, anche durante le riparazioni degli oleodotti, invece di interromperle del tutto. Il future a settembre sul greggio Usa ha così ceduto 1,45 dollari a 72,90 dollari al barile dopo un minimo a 72,60, mentre la stessa scadenza sul Brent ha registrato un calo di 1,69 dollari a 73,94 dollari al barile, dopo un minimo a 73,70.