Petruccioli difende Fazio: "E' il nostro Letterman" Il Pdl: "Non è pluralista"

Il presidente della Tv di Stato difende il conduttore di "Che tempo che fa" in commissione di Vigilanza: "Non è un programma di parte. E' legato ai fatti". E sul pluralismo della Rai: "Questi ultimi anni sono i più pluralisti"

Roma - "Il caso Fazio? Non esiste. La sua trasmissione è l’equivalente italiano del David Letterman Show con interviste a persone che sono al centro della cronaca". Il presidente della Rai, Claudio Petruccioli, risponde così al fuoco di fila delle domande della maggioranza che in commissione di vigilanza Rai davanti a lui e al direttore generale Claudio Cappon, attacca il programma di Rai 3 accusato di aver violato il pluralismo invitando solo esponenti del centrosinistra. "Si tratta di interviste realizzate con grande attenzione e legate ai fatti: quindi una volta capita a uno - spiega ancora Petruccioli - una volta ad altri. Alla fine del ciclo si potrà giudicare sull’equilibrio. Ma devo dire che a Fabio Fazio è stato rinnovato da poco il contratto per i prossimi anni dal consiglio di amministrazione di Viale Mazzini con un solo voto contrario".

Pluralismo Del resto Petruccioli, a chi parla di difetto di pluralismo della Rai, risponde: "Certo il pluralismo è un valore molto difficilmente misurabile perché è l’equivalente della libertà. Sono convinto però che questi ultimi anni siano stati per la storia della Rai quelli più pluralisti". Concetto che durante il confronto con i commissari aveva già sottolineato, aggiungendo "Siamo degli imbecilli? Avete l’occasione per mandarci via. Ma sono curioso di vedere come si comporteranno i successori. So come si sono comportanti i predecessori, con Fazio, con Biagi, eccetera. Per quel che riguarda me - aveva detto ancora Petruccioli in Vigilanza - ribadisco che finché avrò un ruolo direttivo mi opporrò a ogni forma di censura preventiva. Altro è invece intervenire a posteriori, anche in modo correttivo, al fine di ricondurre al pluralismo anche nelle singole trasmissioni".

Butti: "E' uno shock" "Siamo scioccati dalle dichiarazioni di Petruccioli sul rispetto del pluralismo nelle trasmissioni Rai. Già non aveva risposto alle domande che gli erano state poste in commissione, poi ha aggiunto la ’chiccà finale sul pluralismo e su Fazio. Ma dimentica il 'cappotto', il 6 a 0 in fatto di ospiti del centrosinistra invitati...". Così Alessio Butti, capogruppo del Pdl in Vigilanza Rai, ha replicato al presidente dell’azienda di viale Mazzini.