Pettorali, addominali, abbronzatura ma soprattutto simpatia

Saranno cinque i prescelti che parteciperanno dal 24 al 27 alla finale di Alba Adriatica

Che sia tenero o macho, mieloso o virile, glabro o villoso, smilzo o pettoruto, in fondo poco importa. A furor di popolo femminile, è una la qualità imprescindibile che l’uomo deve avere per far colpo sulla mediterranea «Eva»: la simpatia. Questa sera, sotto una luna discreta ma forse leggermente piccante, allo stabilimento Bagni Belvedere di Nettuno (in via Gramsci 19) se ne vedranno delle belle. Pardon, di belli. I più bei giovanotti del litorale laziale si daranno battaglia a colpi di chiacchiere in libertà e addominali perfetti per conquistare la giuria del concorso «Il più bello d’Italia». La scorsa edizione è stata vinta da mister Nicola Napolitano (un gagliardo ventisettenne di Roma) come il «Sorriso più bello d’Italia». Quest’anno la gara sarà presentata dagli scatenati ragazzi del Crazy Hospital. Tra le presenze accreditate sul palco, inoltre, Nefer, vincitrice del concorso canoro capitolino «Voci di Roma».
Oltre venti ragazzi percorreranno il palcoscenico. Tra loro anche cinque ragazzi del Lazio, che andranno direttamente alla finalissima di Alba Adriatica del 24-27 agosto. Per tutti gli aspiranti adoni, che stanno già scaldando bicipiti e pettorali in vista delle eliminatorie, sono cinque le corone messe in palio: quella per il titolo «Il sorriso più bello d’Italia», «Il talento più bello d’Italia», «L’uomo ideale», «Il modello più bello d’Italia» e «Il volto più bello d’Italia». Vinca il migliore, meglio se simpatico. Ore 22, ingresso libero.