Peugeot, per il lavoro veicoli commerciali pronti per ogni esigenza

In generale, le vendite alle flotte costituiscono un canale che sta diventando sempre più importante nel panorama del mercato automobilistico italiano. La dimostrazione arriva anche dall’andamento di questo, non facile, periodo. Infatti, il consuntivo delle consegne totali di automobili relativo al primo trimestre del 2010 ha beneficiato della spinta data dalle immatricolazioni dagli ecoincentivi del 2009, che ha determinato una crescita delle immatricolazioni del 24% rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. Tale incremento ha coinvolto soprattutto il comparto delle vetture vendute alla clientela privata, mentre nel mercato flotte - ovvero, quello riguardante le vendite alle società, ai noleggiatori e ai titolari delle partite Iva - i numeri sono rimasti pressoché costanti.
Invece, nel secondo e terzo trimestre le vendite complessive delle automobili in Italia hanno fatto registrare una brusca frenata che, però, è stata in parte contenuta solo dalle buone performances del mercato flotte, nel quale si è stata registrata una crescita del 23%.
In questo contesto, nel corso 2010 la Peugeot sta raccogliendo risultati di tutto rispetto grazie alla costante escalation delle vendite, impressa da un’offerta «dedicata» che spazia dal settore delle vetture a quello dei veicoli commerciali e che include servizi e promozioni studiate per soddisfare ogni esigenza della vasta platea composta dalle società, dagli artigiani e dalle partite Iva.
Il risultato di questa articolata strategia firmata Peugeot, attualmente, prospetta un incremento della quota delle vendita di vetture dell’1,3% rispetto all’analogo periodo del 2009, grazie alla crescita delle immatricolazioni da 7.500 a 11.700 unità. Altrettanto bene stanno andando il cosiddetto «mercato del noleggio» - poiché i volumi sono aumentati del 38%, con una crescita della quota di quasi un punto percentuale - e quello dei veicoli commerciali, che nei primi nove mesi di quest’anno ha totalizzato 10.745 immatricolazioni (oltre 1.600 in più rispetto allo scorso anno), con una quota che è salita dal 6,99% dell’anno scorso a 7,84%. Risultati che fanno di Peugeot, in questi contesti, il primo marchio estero ed il secondo del mercato in termini assoluti.
Per consolidare questi risultati, la direzione vendite alle aziende di Peugeot Automobili Italia punta su una gamma di veicoli commerciali relativamente giovane e ampia, quindi in grado di soddisfare necessità di volume e di carico molto articolate, oltre che su un’offerta di vetture assai estesa e proposta nello specifico allestimento Business - configurato con gli optional più graditi a questa tipologia di clientela - che è trainata dai modelli più recenti, quali la 3008 e la 5008. Naturalmente il marchio francese punta anche su altri atout come la possibilità di proporre soluzioni ad hoc, mirate alle specifiche necessità delle aziende e a soluzioni finanziarie attraenti, quali i leasing al 2%, i prodotti rateali al 4,49% e i noleggi a lungo termine offerti grazie al supporto della Finanziaria del gruppo.
Inoltre, Peugeot è in grado di proporre condizioni privilegiate di sconto sia all’artigiano che cerca un mezzo adatto alla propria attività sia alla media impresa che prende in considerazione la sostituzione della propria, piccola o grande, flotta aziendale. Infine, la casa di Socheaux si rivolge ai titolari di partita Iva con un Finanziamento Promo al Tan del 4,49%, legato a tutto il comparto Business, e una formula Leasing al 2,49%. Il marchio ha inoltre siglato convenzioni con vari Ordini e Casse di molte categorie socio-professionali, che consentono alla rete commerciale di proporre a questa clientela condizioni particolari.