Phone center In Lombardia o si adeguano o chiudono

È stata approvata ieri a larga maggioranza dal consiglio regionale la nuova normativa sui phone-center, provvedimento portato avanti congiuntamente da Lega Nord e Forza Italia che regola i criteri di apertura e fissa un numero massimo per quartiere. La legge è stata approvata con spirito bipartisan e ha trovato anche il sostegno di Ds e Margherita. In Lombardia l'attività dei centri di telefonia fissa interessa i 670mila immigrati abitanti nella regione, circa la metà sono in provincia di Milano. I phone center sono 327 a Brescia e 540 a Milano, per una stima totale di 3.500 centri in Lombardia e 35mila in tutta Italia.
D’ora in poi i phone-center dovranno essere tenuti sotto controllo dalle Forze dell'ordine e rispettare le leggi sulla sicurezza e sull’igiene che esistono in Italia. Dovranno essere registrati alle Camere di commercio e le loro licenze saranno gestite dai Comuni. Chi non si uniformerà entro un anno dovrà chiudere. E tra i gestori c’è già chi grida alla catastrofe.