Il più anziano è il «padre» del voto italiano all’estero

da Milano

Mirko Tremaglia, nome completo Pierantoniomirco, classe 1926 e una storia di «record»: è stato il primo ex «repubblichino» a diventare ministro, il ministro più anziano mai stato in carica, e oggi è il deputato più anziano del Parlamento. Soprattutto, è il «papà degli italiani all’Estero», visto che si deve a lui la modifica della Costituzione che ha portato all’istituzione della circoscrizione Estero a partire dalle elezioni del 2006.
Laureato in Giurisprudenza, a 17 anni aderì alla Repubblica Sociale Italiana. Esponente storico e dirigente del Msi, sin dalla nascita della Repubblica Italiana nel 1948 ha svolto importanti compiti nel comitato centrale e nella direzione nazionale del partito. Nel 1969 fu nominato responsabile del Dipartimento di politica estera del Msi-Destra nazionale, nelle cui liste fu eletto alla Camera per la prima volta nel 1972. Dopo la «Svolta di Fiuggi» del gennaio 1995, Tremaglia ha aderito ad An, evidenziandosi fra i sostenitori dei valori di identità nazionale e italianità nel mondo. Nel 2001 e nel 2006 è stato rieletto deputato, prima nel collegio uninominale di Bergamo con la Casa delle Libertà, poi nella lista di An in Lombardia2. Dall’11 giugno 2001 al 17 maggio 2006 è stato ministro per gli italiani del governo Berlusconi. Oggi torna alla Camera con il Pdl.