Più di cento vedette in provincia

Quasi un anno fa era stata Treviso a far parlare di sé. La Lega nord aveva arruolato il suo corpo di volontari per tutelare l’ordine pubblico. I «generali» chiamati a coordinare le truppe erano i sindaci dei principali comuni della Provincia. Dure, già allora, le critiche della sinistra. La replica del Carroccio: «Tanto rumore per nulla: si tratta di un centinaio di volontari che non fanno nulla di fuorilegge». Le vedette, armate di telefono e numeri di prima emergenza, perlustrano i comuni della Provincia.