Più che gli equilibri politici ci sono i problemi della gente

Caro Massimiliano, a proposito della scelta dell’Udc forse hai ragione nelle percentuali, forse lo «scherzo» non da un vantaggio «certo» a nessuno ma anche questo è «politichese».
In verità. La moderazione è stata tradita. Il buon senso è stato tradito. La gente normale è stata tradita.
Chi ha vinto, chi vincerà: l’attuale «politica» lontana dai reali problemi. Vinceranno quelli che chiedono oggi maggiori compensi per i consiglieri comunali. Fuori dalla realtà, fuori dal buon senso. Ma fino a ieri l’Udc parlava in maniera diversa. Noi ci abbiamo creduto, e così tanti altri.
La gente normale che non vuole più sentire parlare dei problemi di Berlusconi come se fossero i veri problemi dell’Italia.
Per favore Presidente si faccia processare come tutti e se necessario «governi» qualche tempo anche da «carcerato» colpevole dei «reati ascrittegli» va bene anche così basta smetterla. Le permettiamo anche questo. La gente normale che vuole una Magistratura che funzioni. Punto e basta. La gente normale che sa che ce ne sia per «l’ase e pe chi u menna». La gente normale che sa benissimo che i «call center» erano in molti casi aziende basate sul nulla e che non c’è bisogno che «Annozero» venga a ripeterlo ogni settimana. E come i «call center» tante altre iniziative.
La gente normale che non dedicherebbe mezza pagina di giornale ai capelli di Berlusconi... due righe in calce a un giornalino di provincia. La gente normale che ritiene giusto che la Moschea si faccia. La gente normale che è stordita dai fatti di Bologna e non capisce se tutto si riconduce a 400 Euro come qualcuno ci è venuto a dire.
La gente normale che non capisce la «fuga» dal listino di Biasotti, o non capisce il «politichese» la gente normale che non capisce se le primarie in Puglia le ha volute o no il PD. La gente normale che non capisce perché Biasotti abbia focalizzato nel suo programma i temi cari all’Udc solo negli ultimi giorni. La gente normale che non capisce perché Biasotti denunci al Presidente del Consiglio il ritardo della Liguria e affermi che Il Presidente ne è consapevole e poi entrambi parlino dei miracoli del Ministro Ligure.
La gente normale che sa le difficoltà di tante famiglie.
Siamo cosi tragicamente in ritardo solo per colpa di Burlando? Certo lui ha fatto la sua parte. La gente normale che suggerisce a Biasotti... basta con i soliti noti. La gente normale che dice «no» a qualcuno non perché indagato, colpevole o innocente che sia, ma perché è sempre dei «soliti».
C’è una uscita. Forse sì con quella lista dei «giovani» che almeno per motivi anagrafici non sono inquinati. Ma subito.
*Consigliere Municipale Pli