Più colpiti gli anziani

Sono 3500 gli oculisti presenti a Roma per il quarto congresso della Società oftalmologica italiana, la più antica società scientifica, fondata nel 1879. L'oftalmologia, soprattutto in questi ultimi anni ha compiuto grandi passi avanti. Oggi le patologie maculari sono trattate chirurgicamente, ma alcune anche con la fototerapia dinamica. «La prevenzione - come ha ricordato il professor Corrado Balacco Gabrieli, presidente SOI, ordinario di oftalmologia all'università La Sapienza - è stato uno dei temi fondamentali del congresso. Molte malattie dell'occhio sono legate all'invecchiamento dei tessuti, per questo il numero di disturbi come glaucoma, maculopatie e cataratta sono in costante aumento, proprio a causa dell'allungamento della vita media. Prevenire le patologie oculari significa garantire autosufficienza all'anziano, quindi incidere positivamente sulla qualità di vita». A Roma sono state presentati studi innovativi che fanno progredire la diagnosi e la cura delle principali malattie oftalmiche.