Più consumi, meno smog Fino al 31 dicembre bonus fiscale del 20%

Uno sconto per due obiettivi: rilanciare la domanda dei consumatori e ridurre l’inquinamento atmosferico. Chi sta ristrutturando la casa e decide di acquistare un elettrodomestico «bianco» – dai frigoriferi alle lavatrici, dai forni a microonde alle lavastoviglie – fino al 31 dicembre 2009 avrà uno sconto del 20 per cento sull’Irpef, fino a un massimo di 10mila euro. Soddisfatto il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo: «La cosiddetta rottamazione degli elettrodomestici punta anche a sostituire macchine ad alto consumo con quelle più moderne ad alta efficienza, che consumano poca energia. Questo vuol dire bollette più leggere per le famiglie, ma anche meno anidride carbonica nell’atmosfera». L’obiettivo per il ministro «è tendere a realizzare abitazioni ad impatto energetico zero. Le industrie invece sperano soprattutto in un rilancio della domanda dopo un 2008 «decisamente negativo, il peggiore da moltissimi anni», come avverte l’Anied, l’associazione di categoria in Confindustria. Negli ultimi mesi del 2008, le vendite sono calate del 5-7 per cento rispetto al 2007 e la produzione è andata ancora peggio: meno 8 per cento in settembre, meno 21 per cento in ottobre, meno 26 per cento in novembre. Basterà l’intervento del governo per rilanciare il settore, che dà lavoro a 150mila dipendenti ed è il primo comparto in Italia alla voce esportazioni? Lo scopriremo solo fra qualche mese. Ma una cosa è sicura: questo tipo di interventi possono funzionare. L’incentivo fiscale all’acquisto di frigoriferi ecologici ha favorito la vendita di 800mila frigoriferi in più proprio nell’«anno nero» 2008. In italia gli elettrodomestici che hanno oltre dieci anni di vita, e producono una quantità maggiore di agenti inquinanti, oggi sono oltre 20 milioni.