«Più controlli per la sicurezza nei parchi»

Una task force di «ghisa» a difesa degli spazi verdi di Milano, per contrastare il degrado e l’uso improrio di questo genere di aree pubbliche. È il nuovo servizio di competenza della Polizia municipale lanciato dal Comune per il controllo dei parchi cittadini.
«Il rafforzamento della vigilanza con cadenza giornaliera e settimanale - spiega Riccardo De Corato, vicesindaco e assessore alla Sicurezza - nasce dalla volontà di garantire un monitoraggio accurato delle aree verdi, soprattutto durante i giorni festivi e nella stagione estiva. È in questo periodo, infatti che la fruizione dei parchi è più intensa e si registrano più frequentemente episodi di uso improprio da parte di alcuni cittadini, in particolar modo extracomunitari, che utilizzano gli spazi verdi senza rispetto delle regole di convivenza civile, creando problemi e disagi ai residenti».
Come ha annunciato il vicesindaco, il servizio sarà affidato a una media di quattro o cinque vigili urbani per parco, con una concentrazione maggiore di uomini nelle aree più grandi e più critiche. Ci si riferisce, tra gli altri, al Parco di Trenno, al Monte Stella e al Cassinis, troppo spesso nel mirino di vandali e meta preferita per i «bivacchi» degli stranieri irregolari.
All’opera di osservazione e intervento da parte della Polizia municipale vanno aggiunti, comunque, i controlli già previsti e regolarmente effettuati da polizia e carabinieri.