Più controlli sui funghi a Savona

Tempo di raccolta di funghi. E di controlli. Anche quest’anno l’Asl 2 savonese svolge attività di prevenzione delle intossicazioni da funghi. Le specie di funghi che crescono spontaneamente nei nostri boschi sono migliaia ma non tutte sono commestibili, e spesso differiscono tra loro per caratteristiche soltanto un esperto sa riconoscere. Nonostante le ripetute raccomandazioni e gli inviti alla massima cautela ogni anno si ripresentano casi di intossicazione, spesso causate da superficialità e da troppa sicurezza.
L’ispettorato micologico dell’Asl 2 savonese, istituito nel 2001 con compiti di prevenzione delle intossicazioni da funghi, controlla i funghi raccolti dai privati e quelli commercializzati e trasformati e opera nelle sedi di Albenga 8in via Trieste dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13), Loano (in via Stella 36 lunedì-venerdì dalle 11.30 alle 12.30), Carcare (in via del Collegio 18, lunedì-venerdì dalle 12 alle 12) e Savona (in via Collodi 13 dalle 12 aklle 13 dal lunedì al venerdì) attraverso l’attività di 7 esperti micologi. L’ispettorato si dedica al controllo e alla certificazione sanitaria di commestibilità dei funghi spontanei destinati alla vendita presso i centri agroalimentari all’ingrosso e al rilascio dei certificati di idoneità alla vendita dei funghi freschi spontanei e dei funghi secchi sfusi, obbligatorio per gli esercenti che commercializzano o somministrano tali funghi non confezionati. Inoltre come negli scorsi anni viene assicurato un supporto di consulenza ai presidi ospedalieri della provincia nel casi di sospetta intossicazione.