Ma le più furbe non sanno cucinare

Dal diario di una tredicenne che ha letto con attenzione il Glorioso libro per Ragazze.
Lunedì. Oggi pomeriggio ho ritagliato origami. Ho costruito barchette, farfalle e anche uccellini che muovono le ali. Questo è stato più complicato ma seguendo le istruzioni del libro ho fatto proprio un ottimo lavoro. La mamma mi ha detto che sono stata molto brava. Domani regalo la farfalla migliore a Mario. Stasera mi ha chiamato Vanessa: sono andati al cinema con gli altri. C’era anche Mario.
Martedì. Per Natale sto preparando dei magnifici centrotavola di cartapesta. Ho anche intrecciato deliziosi pacchettini per fare piccoli regali alle zie e alle cugine. Stasera sono un po’ preoccupata: non so se comprare i nastrini rossi o dorati. Ne ho fatto uno speciale per Mario, voglio fargli una sorpresa natalizia. Stasera mi ha chiamato Vanessa, mi ha detto che nel pomeriggio sono andati da Mc Donald’s con gli altri. C’era anche Mario.
Mercoledì. Oggi ho cucinato i biscotti. La mamma dice che anche lei da bambina cucinava i biscotti. Meno male che ha imparato a cucinare bene, sennò non trovava marito. Dice che papà l’ha conquistato con le sue torte di cioccolato. Anche io voglio imparare a cucinare. Domani porto a scuola un pacchettino di biscotti per Mario. Vanessa dice che oggi sono stati tutti a casa sua a vedere Mtv. C’era anche Mario.
Giovedì. Nel mio glorioso libro c’è un capitolo dedicato alla calza. Mi sono fatta prestare dalla nonna il suo kit per fare la maglia. Ho due ferri del sei e quattro dell’otto. Poi ho trovato in soffitta un gran cesto con molti gomitoli, di tutti i colori Sono proprio belli. Tanto per iniziare oggi pomeriggio ho fatto una piccola sciarpa, che domani metterò per andare a scuola. Nei prossimi giorni voglio utilizzare quella lana per fare una coperta patchwork e poi farò una bella sciarpa anche a Mario, a righe colorate. Gliela regalo per Natale o forse aspetto il suo compleanno. Chissà come gli piacerà. Stasera mi ha chiamato Vanessa, dice che sono andati tutti insieme a Mediaworld perché Mario voleva vedere l’ultimo modello dell’Ipod. Dice che l’ha chiesto ai suoi per Natale.
Venerdì. Stamattina ho seguito i preziosi consigli del libro. Dice che fa benissimo ai capelli un impacco a base di uovo. Si lascia riposare una decina di minuti e poi si lava con acqua tiepida. Per farli brillare poi raccomandano un risciacquo con l’aceto. Ci ho messo un po’, perché in casa c’era solo aceto balsamico, mentre la ricetta dice aceto biologico di mele. Così ho mandato mia madre a chiedere alla vicina. Caro diario, sono arrivata in ritardo a scuola e a ricreazione mi giravano tutti alla larga. Non capisco perché, dice che avevo un odore strano, tipo di maionese. Stasera Vanessa mi ha chiamato: sono andati tutti da Blockbuster, è arrivata la nuova Playstation 3. Dice che Mario l’ha provata per tutto il pomeriggio. Forse gliela regalano a Natale.
Sabato. Oggi dopo la scuola sono venuta veloce veloce a casa. Gli altri andavano in panineria, io sono stata tutto il pomeriggio a preparare la caccia al tesoro per domani. Ho invitato Vanessa, Mario e gli altri a giocare. Nasconderò i bigliettini nelle scale del palazzo e anche in giardino. Il primo premio è un cesto che ho ricamato io e l’ho riempito con i campioncini della profumeria. Sarà una bella festa.
Domenica. Mi ha chiamato Vanessa. Dice che le spiace tanto ma oggi non può venire alla caccia al tesoro. Dice che il papà di Mario li porta a Gardaland. Non hanno più posto in macchina, ma ringraziano tanto per l’invito. Ah, dice anche che si è fidanzata con Mario. Caro diario, che dici? Il glorioso libro per bambine lo butto o lo regalo a Vanessa?