Più garanzie per chi scommette

Filippo Grassia

Con buona pace di chi vorrebbe omologare la raccolta delle scommesse in Europa, in Italia il gioco è sempre più sicuro. Da ieri il sito ufficiale dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (www.aams.it) permette ai giocatori di verificare tutto l’iter della giocata: basta accedere alla home page, cliccare alla voce “verifica registrazione ed esito della giocata” e indicare la matrice riportata sulla ricevuta. Quanto serve per capire, anche a distanza di tempo, se si è vinto o meno. L’interrogazione può riguardare i concorsi pronostici (Totocalcio, Il9 e Totogol), le scommesse a quota fissa, ippiche e sportive, e quelle al totalizzatore, denominate “Big”. È l’aspetto più significativo della campagna “gioco sicuro” promossa dai Monopoli per tutelare i giocatori che si rivolgono a concessionari e ricevitori legali. Messaggio chiarissimo.
Altre novità. Le scommesse ippiche al totalizzatore sul Quartè e il Quintè, introdotte nel nostro paese a gennaio dopo una lunga attesa, raddoppiano le loro scadenze settimanali passando la prima da due a quattro corse (martedì, mercoledì, giovedì e venerdì) e la seconda da una a due (mercoledì e venerdì). Successo clamoroso e per certi versi annunciato: ma forse sarebbe stato preferibile consolidare il prodotto prima di bissare le presenze settimanali di Quartè e Quintè. È notizia di ieri che l’Aams non ha accolto la proposta del Sindacato Snai di allargare alle agenzie ippiche la possibilità di effettuare scommesse su eventi sportivi per tutto il periodo del campionato mondiale. No quindi ad una allargamento parziale e temporaneo del mercato attraverso concessioni già in attività. Invece i Monopoli, come anticipato su questa pagina, hanno autorizzato l’accettazione di scommesse tra partite virtuali durante il Mondiale, cioè fra squadre che, pur non sfidandosi fra loro nella stessa giornata, scendono comunque in campo nello stesso giorno contro altre squadre. Prendiamo ad esempio il calendario della prima giornata che presenta Germania-Costarica e Polonia-Ecuador. In base al nuovo palinsesto si potrà puntare anche su Germania-Polonia, Germania-Ecuador, Costarica-Polonia e Costarica Ecuador. Decisivi i gol segnati dalle squadre prese in considerazione.
Calciopoli non ha influito sulla raccolta di maggio, pari a circa 125 milioni di euro, che è stata superiore di oltre sette punti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un dato importante perché in questo mese si sono svolte due giornate di campionato contro le tre del maggio 2005. Ma la crescita è addirittura superiore al 35% se compariamo la raccolta dei primi cinque mesi: 863 milioni nel 2006 contro i 635 dell’anno prima, 228 milioni in più. Se il trend restasse inalterato, a fine anno il movimento delle scommesse sportive avvicinerebbe il tetto dei 2 miliardi di euro con conseguente diminuzione del carico erariale dal 9,5 all’8% per le giocate da 3 e più eventi. Lo soglia è fissata in Finanziaria a quota 1,8 miliardi. In ascesa il gioco a distanza che macina record su record. A gennaio le scommesse telematiche rappresentavano il 24,4% del totale, a maggio hanno fatto segnare 33,2%: una scommessa su tre viene effettuata fuori dalle agenzie. A dicembre si potrebbe arrivare oltre il 40%. Inaspettato e clamoroso, in base agli ultimi avvenimenti, il salto dal 29,1% al 33,2% da aprile e maggio: la credibilità del banco conta quanto e più di quella dello sport sul quale si scommette. Positivo anche l’andamento delle scommesse ippiche che hanno fatto registrare nei primi cinque mesi un segno positivo del 6%.