Il più grande palcoscenico sulla casa

Antonello Mosca

Il divano, le poltrone, l'imbottito in generale, rappresenta uno degli elementi fondamentali di quando si parla di arredo. Decisamente un pezzo indispensabile, al pari della cucina e del letto. La legge vuole che il divano di oggi, e la rassegna milanese lo conferma, sia formato da una grande basa priva di cuscini, uno schienale basso, grandi braccioli squadrati.
Su questi tre punti fissi si alternano mille e mille soluzioni, giocando sulla dimensioni, sul numero, sulla grandezza e sul colore dei cuscini che vanno posti contro lo schienale per dare comfort alla seduta sia in tema di morbidezza che riguardo all'appoggio della schiena. Naturalmente le eccezioni non mancano, e questa rappresentano gli oggetti più ammirati dai compratori, ma sono davvero poche. Un settore dove uscire dalla banalità o dal déjà vu è difficile.
In alto il prestigioso divano «Blow» prodotto dalla Seven. Qui a destra l'ultima poltrona relax si chiama «Gordon» ed è della Natuzzi. Qui sotto la novità proposta dalla Minotti: «Alison» una collezione di sedute che in tessuto e pelle vive all'interno, in legno Iroko è ideale per esterni.