Più immigrati in Italia, meno soldi alle Regioni per le spese sanitarie

La Liguria ha recuperato 8 milioni di euro di risorse del riparto del fondo sanitario nazionale nel corso della trattativa in conferenza Stato-Regioni; mancano ancora all’appello 40 milioni di euro che rientrano nel patto tra la Regione Liguria e il Governo per la copertura del deficit sanitario. Lo hanno comunicato il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e gli assessori regionali alle Finanze e alla Salute reduci dalla riunione sul riparto della sanità. «In questo momento - ha spiegato Burlando - faremo il riparto con i fondi che abbiamo e in parallelo avvieremo, insieme a tutte le altre regioni, la trattativa con il Governo per recuperare i 40 milioni mancanti per la Liguria».
Secondo l’assessore regionale alla Salute Claudio Montaldo «non sono previsti tagli negli attuali servizi che continueranno a funzionare, semmai si potrà avere un rallentamento nella creazione di posti di residenzialità per anziani». La riduzione delle risorse è avvenuta a causa dell’aumento della popolazione italiana per un totale di 480.000 unità, dovuto alla regolarizzazione di numerosi immigrati.