Più lontane le nozze con Société Generale

da Milano

Société Generale colpita dalle vendite, dopo aver smentito l’esistenza di negoziati in corso con Unicredit. Piazza Cordusio, dal canto suo, si è limitata a confermare contatti con la società francese «nell’ambito della usuale attività di esplorazione di opportunità strategiche di crescita». Alla Borsa di Parigi Société Generale ha ceduto circa il 3%, mentre a Piazza Affari il titolo Unicredit ha perso lo 0,01% a 7,46 euro. I due istituti sono da tempo al centro di indiscrezioni su un’ operazione di aggregazione. I contatti sarebbero ancora in una fase preliminare e non sarebbe stato investito, in via formale, alcun organo di governo dei due istituti. Secondo gli analisti, comunque, una fusione tra le due compagnie avrebbe senso sia in termini strategici che di business. Dall’aggregazione nascerebbe infatti un colosso bancario italo-tedesco-francese, forte anche in Austria ed Est europa, con quasi 60 milioni di clienti, che ne farebbe uno dei maggiori istituti al mondo e secondo a livello continentale dopo Hsbc, con una capitalizzazione di mercato di circa 150 miliardi di euro.