Più margini per Anima

Utile netto di 10,4 milioni per Anima nei primi nove mesi dell’anno (meno 31,4% sul 2004) a fronte di un mol sceso a 17,6 milioni (meno 28,4%) e di un margine ricorrente della gestione esploso a 21,3 milioni (più 41,5%). I dati sono stati approvati ieri dalla Sgr di Alberto Foà insieme a costi generali in salita del 22,3% dovuti anche alla forte crescita della società. Anima sottolinea in una nota come l’aumento del margine ricorrente di gestione sia legato sia alla crescita sia delle masse gestite (pari a 7,4 miliardi) sia dei margini.