Più periferia che centro nella lista delle strade più pericolose di Roma: segnalazioni continue

Più periferia che centro nella lista delle strade pericolose segnalate dai romani alla Fondazione Ania per la sicurezza stradale. Nell’elenco, reso noto all’inizio dell’estate, spicca su tutte via Collatina, VIII Municipio, con ben sette indicazioni di pericolo. Non a caso la strada, stretta e tortuosa, è finita al centro di due manifestazioni di protesta degli abitanti solo quest’anno per la mancanza di manutenzione. Seguono in ordine di rischio Tiburtina e Tuscolana. In centro, invece, indicazioni in particolare per via dei Fori Imperiali, via delle Vergini, via del Teatro Marcello, via Baldo degli Ubaldi. Ma al sito della Fondazione www.smaniadisicurezza.it i romani hanno continuato a indicare buche, marciapiedi a rischio, tombini malmessi. Ecco gli ultimissimi punti segnalati fra luglio e agosto. Via Val Trompia, Montesacro, IV Municipio, marciapiedi sconnesso lungo tutta la strada; via Val D’Ossola, Montesacro, IV, fondo stradale sconnesso all’altezza del mercato; via dei Frentani, Castro Pretorio, III, avvallamento del manto stradale molto pericoloso per la circolazione; viale dei Promontori, Ostia, XIII, molti dossi, anche di notevoli dimensioni; via Ardeatina, XI, km 12 nei pressi di una scuola assenza di strisce pedonali, di semafori e di marciapiede; viale Ammiraglio Del Bono, Ostia, XIII, la strada e il parcheggio adiacente sottostante il viadotto diventano impraticabili in caso di forte pioggia a causa di allagamento; via Rometta, Borghesiana, VIII, manto dissestato e numerose buche su tutta la strada; piazzale Clodio, XVII, un semaforo è completamente coperto dagli alberi. La Fondazione ha riportato l’intera lista alle autorità competenti. Speriamo serva a dare una scossa a chi dorme.