Più posti letto ai senza casa

Cresce l’emergenza freddo e il Comune si muove per dare un tetto ai senza dimora. E questa volta verrà creato un centro dedicato interamente alle donne che non hanno più casa.
Attualmente la rete assistenziale dispone di 150 posti letto, due centri diurni completi di tutto, tre luoghi di ascolto, laboratori di riavviamento al lavoro, due mense aperte tutto l’anno che erogano quotidianamente 160 pasti, un’unità mobile di strada per la prima assistenza, un’unità in grado di prestare aiuto medico, distribuire vestiario e fornire anche attività ricreative.
A tutto questo si andranno ad aggiungere trenta nuovi posti letto di cui 20 al Massoero e dieci in un nuovo rifugio. Inoltre l’unità mobile sarà attiva anche in ore diurne per particolari situazioni climatiche. Sempre per agevolare al massimo i senza tetto, altri cinquanta pasti caldi verranno serviti nelle stazioni. Chi ne avrà bisogno, potrà avere anche cure mediche grazie ad un accordo con il Pronto Soccorso dell’Ospedale Galliera.
Verrà anche ampliata l’apertura dei centri diurni e migliorato il raccordo con le altre organizzazioni del volontariato come la Comunità di S. Egidio, la Parrocchia di S. Eusebio, la Ronda della Solidarietà ed altri.