Più prevenzione e dialogo per un gioco responsabile

È partita il 17 settembre l’iniziativa «18+: c’è un’età giusta per ogni gioco», la campagna sociale promossa dal Moige, il movimento genitori, con Lottomatica e Fit, la federazione dei tabaccai, per promuovere un approccio responsabile al gioco e sensibilizzare le famiglie sul divieto per i minori di 18 anni.
Una norma, questa, al centro di una campagna che prevede un ampio novero di azioni volte a informare i consumatori nonché a formare, sul tema, i titolari degli esercizi.
L’iniziativa fa parte di una serie di progetti avviati a fine 2009 con la firma di un protocollo d’intesa fra i tre promotori, che ha segnato l’inizio di una fattiva collaborazione sul versante del rapporto tra gioco e minori.
Obiettivo dichiarato, la sensibilizzazione dei genitori, degli under 18 e dei rivenditori.
Sono previsti dieci appuntamenti in altrettanti grandi centri commerciali nell’ambito di un vero e proprio tour che raggiungerà varie regioni d’Italia, coinvolgendo 35 coordinamenti territoriali del Moige: insieme a Lottomatica e Fit essi si incaricheranno del contatto e di un’attività d’informazione nei confronti delle famiglie, puntando a trasmettere il messaggio della campagna a oltre 30mila persone nei tre mesi di attività prefissati.
La nuova iniziativa si aggiunge peraltro alle azioni già intraprese da Lottomatica sul tema del gioco consapevole, che costituisce uno dei cardini del programma di responsabilità sociale del gruppo guidato da Marco Sala.
«Gioco Responsabile» è una sorta di vero e proprio manifesto che si basa su tre principi fondamentali: la prevenzione, il dialogo e la cooperazione.
Per tradurlo in pratica, Lottomatica ha avviato un piano cui corrispondono dieci aree d’intervento. Puntando innanzitutto a facilitare la scelta consapevole e informata del giocatore attraverso una comunicazione chiara e completa, e a garantire integrità e sicurezza dei processi delle infrastrutture di gioco.
Inquadrato lo scopo, ecco poi la necessità di disincentivare comportamenti eccessivi ed eventi suscettibili di nuocere all’interesse del consumatore e di offrire una gamma di prodotti e un portafoglio di giochi adatti a soddisfare tutti i diversi target.
E, ancora, di proteggere i gruppi di consumatori più vulnerabili in virtù dell’età e della posizione sociale, di collaborare con la filiera per un ambiente di gioco responsabile, di promuovere studi e ricerche per aumentare conoscenza e comprensione del fenomeno, così come di fornire adeguati livelli di formazione sul gioco responsabile a tutti i dipendenti e ai rivenditori, nonché di assicurare un’informazione diffusa e facilmente accessibile sulle strutture di orientamento e supporto ai giocatori.
Senza dubbio un programma di ampio respiro, necessariamente sostenuto da opportuni investimenti, anche sotto il profilo organizzativo.
Promuovere un approccio equilibrato al gioco è dunque considerato un aspetto centrale della strategia e dell’identità del gruppo, che vale ovviamente per l’intero portafoglio di prodotto: dal 10eLotto, la recente evoluzione del Lotto classico, al Gratta e Vinci, appena lanciato nella nuova versione del Cruciverba, passando anche per le video-slot, le scommesse sportive e il comparto dei giochi online.
L’indirizzo strategico di Lottomatica è quindi molto chiaro: creare le condizioni perché il gioco resti nell’alveo del piacere e del divertimento, cercando di prevenire le degenerazioni, all’insegna di una scelta di equilibrio, invero fondamentale per la sostenibilità del business nel lungo periodo.