Più risultato operativo meno indebitamento

da Milano

Il consiglio di amministrazione di Edison ha approvato i risultati del primo semestre che si sono chiusi con ricavi in calo del 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a quota 4.052 milioni di euro e con un utile netto sceso del 35,7% a 256 milioni di euro a causa di un beneficio fiscale di 202 milioni di euro registrato nello scorso esercizio e assente invece in quello corrente. Lo comunica la società in una nota.
Bene invece gli indicatori operativi della società. Il margine operativo lordo è salito del 16,8% a 904 milioni di euro mentre il risultato operativo è cresciuto del 37,8% a 572 milioni di euro. Balzo del 64,1%, invece, per l’utile ante imposte, passato da 256 a 398 milioni di euro. Nel primo semestre Foro Buonaparte aveva registrato un beneficio fiscale di 202 milioni di euro: senza questo effetto, l’utile netto avrebbe registrato una crescita del 30 per cento. L’indebitamento finanziario netto è sceso a 3 miliardi rispetto ai 4,2 miliardi di fine 2006. Quanto al patto di sindacato che lega i soci di Transalpina di energia, holding paritetica fra Delmi e Edf che controlla il gruppo di Foro Buonaparte, in scadenza nel 2008, l’ad Umberto Quadrino ha detto di non vedere «alcun problema per il rinnovo: ci sarà una semplice discussione».