Più riti direttissimi Rinvii non oltre 18 mesi

Per accelerare i processi diventa obbligo, e non più facoltà, per il pm, richiedere il rito direttissimo o il giudizio immediato per i reati per i quali sono previsti riti speciali. Il rito direttissimo diventerà la regola per tutte le indagini che non richiedono attività ulteriori del pm. Introdotto il divieto di patteggiamento in appello. Sospensione della pena impossibile quando ci sono esigenze di tutela della collettività. Il rinvio non potrà superare i 18 mesi e sospende i termini di prescrizione. Non potrà essere disposto se l’imputato si oppone e se è già stato chiuso il dibattimento. La parte civile potrà rifarsi in sede civile. In tal caso i termini a comparire saranno dimezzati e il giudice darà la precedenza.