«Più servizi e centri per giovani Un sostegno ai negozi a rischio»

Beatrice Uguccioni: «Serve maggiore visibilità per i vigili di quartiere»

Prima di tutto: «Più valore ai consigli di zona, maggiori deleghe e più autonomia sui problemi da affrontare. Basti pensare alla manutenzione delle scuole o al verde, problemi che avrebbero una risoluzione più immediata se venissero delegati al territorio». Beatrice Uguccioni, che governa l’unico dei nove consigli di zona in cui ha vinto l’opposizione, ha le idee chiare. Il presidente diessino chiede al sindaco di puntare sul decentramento, e auspica «una collaborazione fattiva, nell’interesse della comunità».
Per aumentare la sicurezza invece cosa può fare?
«Intanto, può dare più visibilità ai vigili di quartiere. Ma la questione della sicurezza va affiancata alla riqualificazione dei quartieri, bisogna creare centri di aggregazione per le associazioni e fare in modo che i negozi non chiudano».
La riqualificazione di zona Garibaldi passerà anche dalla città della moda...
«Già, ma è un progetto urbanistico di rilevanza che è stato ipotizzato senza il dovuto coinvolgimento dei residenti, per questo ne chiediamo la revisione. Sia per Garibaldi-Repubblica, sia per l’Isola non si tiene conto di un rapporto equilibrato tra verde, servizi di base (asili, scuole) e negozi di prossimità».
La Comasina recentemente è finita spesso al centro delle cronache.
«In realtà si può parlare di un problema sicurezza anche per corso Como, che è molto viva, i residenti si lamentano per il rumore. Poi alla Bovisa e Bovisasca. La Comasina non va “criminalizzata”, è vero che ci sono stati problemi specifici, ma è una parte di un quartiere che ha anche molte risorse e potenzialità, a prescindere dai fatti di cronaca nera. Ci sono iniziative espresse dalle associazioni e dai comitati che a volte suppliscono alle azioni del Comune».
Cosa manca alla zona 9?
«I servizi aggregativi per i giovani ad esempio sono ancora molto carenti. Dovremmo riuscire a trovare degli spazi inutilizzati da destinare a loro. Molti ad esempio fanno musica e devono sobbarcarsi costi notevoli per affittare una sala prove, sarebbe bello se riuscissimo ad aiutarli. La Cassina Anna, a Bruzzano, potrebbe essere il luogo adatto, è del Comune e una volta riqualificato potrebbe essere assegnato ai giovani della zona».