«Più sicurezza nei mercati Serve il doppio degli agenti»

Palazzo Marino: «Se il test avrà successo la nuova sede sarà definitiva»

Roberto Bonizzi

Una mozione bipartisan per il raddoppio degli agenti della polizia Annonaria.
La commissione straordinaria sulla sicurezza convocata tra le bancarelle del mercato di viale Papiniano ha dato i suoi frutti. I consiglieri, accompagnati dal comandante dell’Annonaria Riccardo Perini, da una decina di ambulanti e una cinquantina di residenti, si sono resi conto di persona dei problemi legati al controllo delle attività nei mercati delle diverse zone di Milano.
Oltre all’aumento del numero degli agenti i consiglieri voteranno anche una mozione per effettuare sopralluoghi «anche notturni» nelle zone a rischio della città. Tutte iniziative annunciate da Matteo Salvini, capogruppo della Lega Nord e presidente della commissione Sicurezza a Palazzo Marino. Con i consiglieri. «Abbiamo verificato tutta una serie di interventi possibili - spiega Salvini - per migliorare nell’immediato la vivibilità della zona di viale Papiniano durante il mercato, come lo spostamento di alcuni banchi o la sistemazione di alcuni passi carrai».
Pochi problemi dal punto di vista della sicurezza e della lotta all’abusivismo: «Dovreste venire tutti i giorni - sospira la signora Maria stretta tra le sporte della spesa ai consiglieri comunali -. Non ho mai visto tanti vigili tutti insieme e così pochi abusivi». L’operazione era annunciata e quindi non si sono riscontrate irregolarità. Ma le forze a disposizione di Perini sono esigue e quindi non è possibile presidiare ogni giorno in modo puntuale i 15 mercati giornalieri, dal lunedì al venerdì, 22 al sabato. «Abbiamo invece rilevato che le forze della polizia municipale destinate all’Annonaria sono insufficienti - aggiunge il presidente della commissione -: gli 85 agenti, sui 3.500 in totale della polizia locale, ora in organico all’Annonaria riescono a controllare solo tre o quattro mercati dei 15 che si tengono in città ogni giorno». Con una mozione urgente e con l’accordo di tutte le forze politiche «chiederemo il raddoppio dell’organico: è il primo passo per la sicurezza, che si può fare senza nessun aggravio per le casse comunali».
Tra le iniziative pensate dai componenti della commissione Sicurezza, «sopralluoghi, anche notturni, ogni 15 giorni, nelle diverse zone con disagi o a rischio della città: con questi controlli - prosegue Salvini - inauguriamo la nuova politica per la sicurezza della città». Dopo le botte ai vigili, minacce e problemi per i residenti, è arrivato il momento di cambiare sul serio.