Più sicuri sulla neve con gomme invernali

E' arrivata la neve, la temperatura è scesa, piove ed è più difficile
viaggiare soprattutto, ma non solo, sulle strade di montagna. Per la sicurezza: pneumatici a posto, catene a bordo. Ma con le "winter" tutto è più facile

E' arrivata la neve, la temperatura è scesa ed è più difficile viaggiare in auto, soprattutto, ma non solo, sulle strade di montagna. Così, per affrontare i rigori del generale invernoo è necessario controllare gli pneumatici della propria auto. Le gomme infatti sono il solo punto di contatto tra l’automobile e la strada e di sicuro non sono tutte uguali. E chi è abituato a viaggiare spesso o parte per i weekend dovrebbe pensare all'ultilizzo di gomme invernali da ruotare a seconda del periodo con il treno normale.Naturalemnte senza le invernali montate a bordo della vettura ci devono essere le catene da neve. Mai dimenticarle. E magari, se non si è abituati a montarle, fate una prova a casa per non trovarvi poi a non sapere come fare proprio sotto la neve e con l'auto bloccata...

Cavalli a profusione, coppie da capogiro, prestazioni esaltanti e consumi bassissimi restano solo teoria se alla base non ci sono degli pneumatici efficienti. Basti pensare l’attenzione che nella stessa Formula 1 viene prestata alla scelta dei copertoni giusti e ai pit stop. "Non ci sono più dubbi - dice a Il Giornale.it  Fabio Bertolotti direttore Assogomma (associazione nazionale che riunisce produttori di pneumatici) - sono troppi i veicoli che circolano con pneumatici non conformi alla carta di circolazione, lisci, non omologati e soprattutto sgonfi. Si parla del 50% del parco circolante. Se parametriamo il dato al parco circolante italiano – continua Bertolotti - parliamo di oltre 16 milioni di veicoli. Questa situazione costituisce prima di tutto un pericolo per la circolazione stradale ma rappresenta anche un oneroso spreco di carburante e causa la sostituzione precoce degli stessi". Bertolotti ha ragione, è ormai assodato anche a livello di Commissione Europea che un pneumatico sgonfio produce un maggior consumo stimato tra il 5% e il 15% a seconda del tipo di percorso stradale. E a pneumatici lisci corrisponde un raddoppio dello spazio di frenata. Quindi se c'è neve o pioggia... occorre intervenire". Vale la pena insomma recarsi da un gommista e farsi fare un controllo generale delle proprie gomme. Per maggiori informazioni sulla corretta manutenzione dei pneumatici si può visitare il sito www.pneumaticisottocontrollo.it

Gomme invernali Molte le novità dalle case costruttrici di pneumatici dedicate alle temperature più rigide. Goodyear da sempre in prima fila nel segmento degli pneumatici invernali propone UltraGrip Performance 2. Una gomma pensata per le auto ad alte prestazioni che si caratterizza per le scanalature “dentellate” lungo tutta la circonferenza e per la mescola basata su polimeri a tecnologia avanzata. Trazione superiore su fondi scivolosi, con neve ghiaccio e pioggia. Questa la promessa fatte da Goodyear agli automobilisti.
La casa giapponese Yokohama presenta il nuovo pneumatico Winter Drive (W.drive), dedicato al mercato europeo. Indicato sia per auto che per Suv, con codice di velocità fino a V (240km/h). Il particolare disegno asimmetrico assicura in primo luogo il drenaggio dell’acqua e delle neve eliminando il pericolo dell’aquaplaning grazie ad una fitta trama di scanalature longitudinali e laterali ad alto drenaggio. Inoltre, le lamelle disposte lungo tutto il battistrada, migliorano grip e tenuta massimizzando il cosiddetto ”effetto ventosa” con la nuova mescola ai polimeri flessibili.
L'ultimo Marangoni per vetture compatte si chiama Marangoni 4Winter. Sviluppato per le automobili piccole come Citroen C1, Opel Agila, Suzuki Splash e Toyota Aygo e le compatte come Citroen C3, Ford Ka, Peugeot 107, Renault Clio e VW Lupo, il nuovo invernale Marangoni 4Winter si segnala per il nuovo disegno direzionale del battistrada caratterizzato da tre ampie scanalature longitudinali e dalla sequenza ottimizzata dei tasselli laterali che si traduce in un eccellente comfort acustico anche su fondo asciutto e bagnato.
Pirelli lancia Winter Sottozero Serie II che, grazie a soluzioni tecnologiche innovative, garantisce sicurezza, piacere di guida e alte performance in ogni condizione di fondo stradale. Il nuovo pneumatico Pirelli, in risposta ai cambiamenti atmosferici e all’imprevedibilità dei fenomeni meteorologici, è stato sviluppato per garantire guida sicura non soltanto in presenza di fondi stradali ricoperti di neve o ghiaccio, ma anche bagnati o ricoperti di fanghiglia, tipici della brutta stagione.
Toyo presenta una gomma progettata appositamente per il mercato europeo. Si tratta di un asimmetrico che offre il giusto equilibrio fra prestazioni e comfort di guida. Le quattro ampie fenditure longitudinali, di cui una con doppia profondità per un miglior deflusso dell’ acqua, offrono sempre stabilità e precisione, mentre i grandi blocchi centrali garantiscono una tenuta efficace su asciutto e bagnato. Il CF1 Run-Flat si avvale di una spalla estremamente rigida e di una cintura rinforzata in acciaio che sostiene il peso della vettura anche in assenza di aria.
E' disponibile sul mercato il Continental per autovetture con misure dei cerchi compresi tra 15 e 16 pollici, con omologazioni per velocità fino a 240 km/h. Con il nuovo ContiWinterContact TS 830 Continental ha realizzato ulteriori passi avanti per quanto riguarda la sicurezza di guida, la resa chilometrica e la resistenza al rotolamento dei pneumatici invernali. Per il nuovo prodotto, l’attenzione si è concentrata sulle caratteristiche di frenata e accelerazione sulle tipiche strade invernali e i fondi bagnati.