Più spazio sui media agli appelli dei musulmani moderati

La stampa spesso ci racconta di musulmani che si sentono guardati in modo sospetto dalla gente nelle stazioni o nei supermercati. Si affrettano a dichiarare, in molti casi, che loro non condividono il comportamento dei loro correligionari e che li disapprovano.
Perchè non dare allora più spazio ai musulmani moderati e diffonderne il messaggio? Ogni stazione radio, ogni canale televisivo, piccolo o grande, in tutta Italia lasci uno spazio ogni giorno, e anche più volte al giorno, a qualche personaggio musulmano più o meno famoso, qualche imam affinchè si rivolga con appelli ai correligionari nella loro lingua, per convincerli che le azioni terroristiche e l’uccisione di tanti inermi innocenti sono una esecranda vigliaccata.

Un ripetuto appello ai giovani musulmani affinchè non si lascino «lavare il cervello» da fanatici imbevuti di odio che in virtù di chissà quali ideali o future visioni paradisiache li convincono a sacrificare anche se stessi in imprese diaboliche.
Se accetteranno l’offerta, potremmo credere nell’esistenza, nel nostro Paese e ovunque, di musulmani moderati e non complici dei fanatici criminali.