Più utili e meno debiti per la finanziaria Ifi

Gruppo Fiat

Ifi, holding di controllo del gruppo Fiat, ha chiuso il primo semestre 2008 con un utile consolidato di 206,7 milioni (in crescita sui 202 milioni del primo semestre 2007). Una crescita, spiega una nota, derivante dall’incremento della quota di competenza del risultato del controllato gruppo Ifil (+ 10,4 milioni). I risultati sono stati approvati ieri dal cda presieduto da John Elkann. La posizione finanziaria netta di Ifi spa al 30 giugno di quest’anno è negativa per 345,2 milioni (rispetto ai 392,7 milioni di fine 2007). Il patrimonio netto consolidato ammonta a 4.055,3 milioni (4.160,5 milioni a fine 2007). Per l’esercizio 2008, Ifi prevede risultati positivi sia per il bilancio della capogruppo sia per il bilancio consolidato.