Piacevole vendetta di famiglia

Il napoletano Vittorio Imbriani fu un intelligente attaccabrighe. Studioso di letteratura, maltrattato dai contemporanei, ma rivalutato da Benedetto Croce, scrisse un solo romanzo, nel 1876: Dio ne scampi dagli Orsenigo. L’editore Aragno lo ripropone oggi insieme alla risposta, sempre in forma di romanzo, di Vittorio Orsenigo, discendente dell’illustre casata (Dio ne scampi dagli Imbriani, pagg. 332, euro 19). Orsenigo dunque, in viaggio a Mauritius con la moglie, approfitta di quell’antica provocazione e replica con un romanzo dei suoi, acuto e ricco di tragica ironia. Una lezione a due voci di lettura/scrittura per tanti (troppi) ventenni dalla voce afona.