Piaggio Calo contenuto di ricavi (-7%) e utili (-25%). E il dividendo resta uguale

Il gruppo Piaggio ha registrato nel 2008 un utile netto di 43,3 milioni, in calo rispetto ai 60 milioni del 2007. La proposta di dividendo è di 6 centesimi di euro per azione, in linea con lo scorso anno. I ricavi scendono a 1.570,1 milioni, rispetto ai 1.692,1 milioni del 2007. Nel 2008 Piaggio ha venduto complessivamente 648.600 veicoli, tra scooter, moto e veicoli commerciali a tre o quattro ruote. Le vendite di Vespa hanno superato le 100mila unità. Le vendite di veicoli a due ruote hanno registrato un calo del 10% a 1.180.7 milioni, a fronte di una crescita del 2,4% dei veicoli commerciali (389,4 milioni di fatturato). La domanda è scesa in Italia (-7,1%, con un calo del 10,6% per il segmento moto) e in Europa (-6%, -10% per le moto). Ma nel Nord America al calo del 6% complessivo visto nelle due ruote si segnala un balzo del 35% degli scooter. Piaggio Group Americas ha venduto il 28,7% di veicoli in più, con un fatturato in crescita del 19,8% a 95 milioni, principalmente grazie ai volumi commerciali di Vespa. A fine 2008 la posizione finanziaria netta di Piaggio era negativa di 359,7 milioni (269,8 milioni a fine 2007).
Nel 2009 Piaggio intende focalizzarsi sullo sviluppo di nuovi prodotti, la razionalizzazione dei costi di produzione e l’aumento della produttività intraprendendo azioni finalizzate alla crescita delle vendite dei veicoli commerciali a tre/quattro ruote in India e in Europa. Particolare attenzione verrà dedicata al rilancio del marchio Moto Guzzi e al consolidamento nel settore scooter in Europa e America. Nel 2009 sono previsti nuovi investimenti di prodotto, tra i quali avranno particolare rilievo le motorizzazioni ibride, con il lancio commerciale dello scooter Mp3 e il completamento della gamma moto di Aprilia nelle grosse cilindrate. All’estero, il 2009 sarà l’anno della Vespa in Vietnam, mentre sarà ultimato il nuovo stabilimento motori in India.