Piaggio Mp3 si trasforma in ibrido

da Pontedera (Pisa)

Roberto Colaninno, presidente del Gruppo Piaggio, ha ben sintetizzato l’obiettivo finale del programma di ricerca e sviluppo che ha portato alla realizzazione di una serie di prototipi di scooter a propulsione ibrida con la prospettiva di arrivare alla produzione entro il 2008 con il «magico» tre ruote Mp3 HyS (Hybrid Scooter): «Immaginate - ha detto Colaninno, a Pontedera - cosa potrà significare poter tornare ad accedere ai centri storici con un mezzo individuale perché, con la propulsione elettrica, è a inquinamento zero assoluto, incluso quello acustico.
È una conquista importante, quasi un sogno, ma Piaggio si appresta a tradurlo in realtà con il suo Mp3 HyS».
Il sistema di propulsione ibrida sviluppato dai tecnici della Piaggio, in collaborazione con la Facoltà di ingegneria dell’Università di Pisa, è del tipo in cui il motore termico opera in parallelo con quello elettrico.
La Piaggio ha realizzato prototipi basati sulla Vespa Lx 50 e sul Piaggio X8 125, di cui alcune unità sono state messe a disposizione delle municipalità di Milano e Firenze per una esperienza pratica. Dopo Vespa Lx e Piaggio X8, lo sviluppo si è concentrato sul modello che, oltre a vantare un livello di sicurezza ineguagliato tra gli scooter, appare anche il più funzionale per l’applicazione del sistema di propulsione ibrido, in quanto in grado riassorbire con ottima neutralità l’incremento di peso rappresentato dal motore elettrico, razionalmente calettato nel mozzo della ruota posteriore, dal pacchetto delle batterie e dal sistema di gestione e di ricarica delle suddette dalla rete. Per il momento le batterie sono di tipo tradizionale, ma gli specialisti della Piaggio sono al lavoro per ottenere batterie a ioni di litio in grado di assicurare totale affidabilità, oltre ai vantaggi della loro tecnologia: peso dimezzato e densità energetica elevatissima. Il sistema di gestione è estremamente versatile e offre quattro modalità di utilizzo: miglior bilancio energetico tra motore termico e motore elettrico, priorità ricarica, priorità prestazioni e propulsione elettrica.
Mp3, rispetto ai prototipi a due ruote, include anche la funzione «retromarcia elettrica». Il sistema ibrido Piaggio consente di incrementare le prestazioni, soprattutto in accelerazione e ripresa, fino all’85%, mentre nella combinazione ottimale la resa per litro arriva a ben 60 chilometri, con un corrispondente abbattimento delle emissioni, inclusa l’anidride carbonica, che scende a soli 40 grammi per chilometro.
L’autonomia in propulsione elettrica è di 20 chilometri, con velocità massima di 40 orari. Abbiamo provato Mp3 HyS ed stata una esperienza estremamente interessante e molto significativa. Il prototipo affidatoci è ancora equipaggiato con il motore termico di 250 cc dell’Mp3 250, ma una volto prodotto l’Mp3 HyS disporrà di un 125 cc, più un motore elettrico da 1,5kW, con coppia elevatissima. Le prestazioni sono superiori a quelle dell’Mp3 250, però con consumi irrisori. Le grandi doti della ciclistica di Mp3 neutralizzano l’incremento del peso. Colaninno ha promesso che l’Mp3 HyS costerà meno di 10mila.