«Piaggio più forte sui mercati asiatici»

«Nei prossimi due anni il gruppo Piaggio moltiplicherà la sua capacità tecnologica e la sua produzione sui mercati che trainano lo sviluppo mondiale». Lo ha detto il presidente e ad Roberto Colaninno aprendo ad Hanoi, in Vietnam, i lavori dell’Asia-Pacific committee del gruppo Piaggio, che per la prima volta riunisce nel Far-East tutti i responsabili dei mercati asiatici. «L’incontro - ha aggiunto Colaninno - segna una svolta nella storia della Piaggio, che rappresenta una delle poche world-wide company dell’industria manifatturiera italiana, capace di gestire strutture produttive e di marketing in Europa, Asia e Stati Uniti, anticipando i trend di sviluppo delle economie e le scelte dei consumatori». L’evento in Vietnam si è tenuto dopo che Colaninno ha presentato, nei giorni scorsi, il nuovo programma triennale di sviluppo del gruppo (300 milioni di investimenti). Il piano si propone soprattutto di affrontare le sfide del mercato internazionale della mobilità leggera, con particolare attenzione all’innovazione tecnologica, allo scopo di permettere a Piaggio di competere sulle diverse aree mondiali come player innovatore attento ai consumi e all’ambiente. E tra i punti più importanti del piano c’è proprio l’avvio di un’unità produttiva in Vietnam nel 2009, insieme al potenziamento della presenza in Cina e all’estensione della gamma prodotti dei vari brand sul mercato americano.