Il Pianetagenoa telematico

Il firmamento rossoblù si arricchisce di un nuovo mezzo d'informazione interamente dedicato alle vicende del vecchio balordo. Si chiama «Pianetagenoa1893.net» il primo quotidiano telematico che è stato presentato ieri nella sede della Fondazione Genoa in salita Dinegro. Il sito, operativo già da un paio di settimane, è collegato al network di Tuttomercatoweb.com. A fare gli onori di casa il professor Andrea d'Angelo, reggente della fondazione Genoa: «Ci fa molto piacere - ha detto - che una realtà non genovese mostri interesse per il Genoa in un momento in cui da parte dei media nazionali non c'è un riscontro adeguato nei confronti della società rossoblù. E questa disattenzione sta suscitando un po' di risentimento all'interno della comunità genoana».
Ben venga quindi Pianetagenoa1893.net il cui scopo è proprio quello di divulgare un'informazione obiettiva sulle vicende delle tre anime che compongono il Genoa: società, fondazione, tifosi. Il sito intende trattare in primo luogo delle vicende sportive della squadra, ma dar spazio anche agli aspetti culturali del calcio di cui da sempre si occupa la Fondazione Genoa. Tanto che sono previste alcune rubriche storiche, come «Accadde oggi», e un'altra di recensione dei libri sulla storia rossoblù. Pianetagenoa sarà un grande contenitore di notizie nel quale troverà ampio spazio l'attività dei club.
Tutti i lettori potranno esprimere così la loro opinione sul Genoa e sul football in generale grazie a un sondaggio sempre presente sulla homepage del sito. Il giornale tratterà anche delle strategie economiche della società, del marketing, dell'uso della tecnologia video in campo e - perché no? - degli errori arbitrali. «Vogliamo rappresentare un valore aggiunto nel mondo dell'informazione che spesso trascura la società rossoblù», sintetizza Marco Liguori, editore e direttore responsabile del portale, la cui è composta dai giornalisti Claudio Baffico e Fulvio Banchero.