Il pianista Cecchinelli alla Sala Puccini

Serata interessante, quella di stasera in Conservatorio (Sala Puccini): per la serie “Incontri musicali“, infatti, la Società dei Concerti propone il pianista Marco Cecchinelli.
In programma di Haydn la Sonata in fa maggiore HOB XVI/23, seguita dalla Sonata n.17 in re minore op.31 n.2 “La Tempesta“ di Beethoven. I 4 Scherzi di Chopin concluderanno l’appuntamento. Ingresso libero, come di consueto.
Qualche dato biografico sull’interprete. Nato a Milano nel 1962, Marco Cecchinelli ha compiuto i suoi studi al Conservatorio di Genova diplomandosi nel 1983 in pianoforte e nel 1989 in composizione sotto la guida rispettivamente di Lidia Arcuri e Federico Ermino.
Ha seguito i corsi di direzione d’orchestra con Gabriele Bellini al Conservatorio di Milano e il corso di musica da camera con il pianista Massimiliano Damerini; collaborando in qualità di pianista accompagnatore ha svolto masterclasses presso istituzioni concertistiche con noti strumentisti: nel 1991 sulle metodologie dell’interpretazione pianistica con Mario Delli Ponti e Piero Rattalino a Venezia, nel 1994 su Chopin e l’analisi “schenkeriana“ con il pianista Murray Perahia presso gli Amici della Musica di Firenze; nel 1997 all’incontro internazionale di giovani pianisti per “Ticino Musica“ ad Ascona e Locarno con la pianista russa Oxana Yablonkaya della Julliard School di New York.
Solista affermato, Cecchinelli ha svolto attività concertistiche con ampio repertorio nei principali Paesi europei, registrando fra l’altro numerose trasmissioni trasmissioni per la Rai.