Piano caldo anticipato di un mese «Regalate ventilatori agli anziani»

L’assessore Moioli: «Verificherò i servizi ogni settimana»

Temperature tropicali e afa. Almeno otto gradi in più del normale e il Comune risponde al meteo inclemente facendo partire con un mese d’anticipo il piano anticaldo. Già attivo e in funzione fino al 4 settembre. E così l’Estate amica, pensata per gli anziani, diventa il primo passo della giunta Moratti appena insediata con molte novità già ideate dagli assessori Mariolina Moioli (Politiche sociali) e Carla De Albertis (Salute). Un tandem d’attacco che promette di lavorare in coppia, ma soprattutto in collegamento con l’Asl e l’Aler e che, per cominciare, ha potenziato di 70 unità la squadra dei 392 operatori già al lavoro. A cui vanno aggiunti i volontari delle associazioni. Già pronte le «sentinelle» nei caseggiati e un monitoraggio degli anziani. Almeno 3mila ad alto rischio sanitario secondo l’«anagrafe della fragilità» che ha censito gli over 75 che vivono da soli e in condizioni economiche disagiate. Di questi ben 1.416 «non noti ai servizi istituzionali» che, assicura la Moioli, saranno contattati al più presto dalla Asl. Negli stabili, invece, funzionerà il servizio di portierato sociale gestito dal Comune in collaborazione con Aler, Asl e Fondazione Don Gnocchi con il compito di raccogliere e trasmettere le richieste degli anziani soli. Segnalazioni che potranno anche essere fatte direttamente al numero verde del Comune (800-777-888) attivo sette giorni su sette dalle 8 alle 20. A disposizione interventi assistenziali come la consegna dei pasti a domicilio (450 al giorno in più rispetto ai soliti 1.751), aiuto domestico con preparazione del pasto e igiene personale, accompagnamenti per commissioni o visite mediche, compagnia, buoni spesa gratuiti per i supermercati, consegna della spesa a domicilio, prestazioni infermieristiche e mediche, consulenza medica, ricoveri urgenti nelle Residenze sanitarie assistenziali, consegna farmaci a domicilio in collaborazione con le farmacie (tel 800-801-185). E anche gli interventi di tipo ricreativo con gratis taglio e piega, cinema e pizza, gelati, abbonamenti alle piscine per il mese di agosto, visite guidate ai musei con la possibilità di sostare in ambienti climatizzati, consegna quotidiani a domicilio, possibilità di trascorrere alcune ore in compagnia in luoghi climatizzati quali 23 Centri socio ricreativi culturali, i 16 Centri Diurni Integrati, i 4 Laboratori di terapia occupazionale e le 22 Residenze sanitarie assistenziali. A coordinare il tutto nove referenti di zona (5 in più dei 4 già in servizio). A questi se ne aggiunge un altro per coordinare gli interventi dei servizi di portierato sociale. L’assessore Moioli promette di «verificare settimanalmente i servizi per migliorarne la qualità sulla base delle richieste pervenute e delle necessità manifestate, orientando di volta in volta il piano d’azione». E lancia un appello dopo che il settimanale Donna moderna ha donato 600 ventilatori. «Chi può ci aiuti - spiega -. Per i nostri operatori portare il ventilatore a un anziano è anche l’occasione, oltre che di spiegargli come usarlo correttamente, per stabilire un contatto, presentargli i servizi che offre il Comune e lasciargli il numero verde che potrà chiamare in caso di necessità».
Da venerdì è anche operativa una task force composta da 7 assistenti sociali e 2 operatori socio assistenziali che hanno già contattato 239 anziani ad alto rischio. «Dobbiamo puntare - spiega la De Albertis - sulla prevenzione e la comunicazione dei corretti stili di vita da tenere per affrontare il problema caldo, attraverso parrocchie, farmacie e i diversi punti della città in cui è possibile raggiungere gli anziani».