Piano di espansione nell’Italia centrale

Banca Etruria

Banca Etruria, la banca degli orafi, tenta di espandersi dalla originaria zona di attività ad Arezzo, verso Bologna, nell’area di Rimini e sulla costa marchigiana, con l’obiettivo di far crescere la rete di sportelli da 171 a 190 entro il 2008. Di recente l’acquisizione della Banca Federico Del Vecchio, mentre l’Istituto punta alla realizzazione di un modello federale inteso a raggruppare diverse banche popolari; a questo riguardo ha concluso di recente un accordo strategico con la Banca popolare delle province molisane, da poco costituita. Per quanto riguarda i risultati aziendali, nel primo semestre 2006 l’utile netto è salito del 9,6% a 24,08 milioni di euro; i crediti con la clientela hanno raggiunto 5 miliardi di euro, (più 5,6%), e la raccolta complessiva i 4,9 miliardi, in crescita del 2,2%. Il numero delle filiali è cresciuto a 171 unità, comprese le due aperture effettuate dopo il 30 giugno scorso.