Il piano Sacconi contro i ghetti

Integrazione degli immigrati a condizione che questa sia legata al lavoro. Riconoscimento di tutti i diritti fondamentali, a cominciare dalla salute, la sicurezza nel posto di lavoro e la giusta retribuzione. Concessioni legate a un vero e proprio patto del quale deve fare parte il riconoscimento e il rispetto della nostra identità nazionale. E la conoscenza della nostra lingua. Sono le linee fondamentali in via di elaborazione del «Piano nazionale per l’integrazione, identità e incontro». Ieri il ministro del Lavoro ha detto che sarà approvato presto.