Piano traffico, Tursi insiste nel gettare Nervi nel caos

Il comitato di cittadini chiede un dibattito pubblico sulla prevista pedonalizzazione

Francesco Gambaro

L'ultima sparata dell'assessore al Traffico Merella («il piano Winkler va avanti lo stesso, a prescindere dalla questione Campostano») al comitato spontaneo per Nervi è andata di traverso. Perché - tuonano Mura e compagni - il progetto del supermercato e del nuovo tratto di strada, bocciato all'unanimità dalla circoscrizione, era considerato indispensabile dall'architetto austriaco per la pedonalizzazione di via Sala e via Oberdan. Di qui la lunga lettera inviata proprio a Merella (e all'attenzione del sindaco Pericu, dell'assessore alla riqualificazione del Levante Morgano e del presidente di circoscrizione Calisi) dai battaglieri rappresentanti del comitato. «Prima di dar luogo a uno stravolgimento della viabilità - si legge nella missiva - chiediamo una discussione pubblica sulla pedonalizzazione, mettendo sulla bilancia i punti positivi e negativi che ne conseguirebbero». Il rapporto è di 1 a 22. A fronte della parziale diminuzione dell'inquinamento in un tratto di via Oberdan, il comitato snocciola un cahier de doleance lungo come la fame. Si va dalla perdita di 215 posteggi in tutta la delegazione, all'impossibilità di realizzare una vera zona pedonale perché in 250 metri transiterebbero quasi 300 auto munite di pass per accedere ai loro posti privati, mezzi di soccorso, forze dell'ordine, nettezza urbana e mezzi per approvvigionamento dei negozi.
Per non parlare della chiusura di molte attività commerciali, delle gravi difficoltà per anziani e disabili nel raggiungere gli studi medici del centro, della riduzione del verde pubblico, fino alle code spaventose nei tre anelli (levante, centro, ponente) in cui verrebbe divisa Nervi. Ultima nota dolente: la spesa di pubblico denaro. Al punto che il comitato si chiede polemicamente se «al Comune non sarebbe costato meno comprare l'area in Campostano e costruire posti auto interrati per la popolazione, invece che fare rotatorie e pagare onorari a consulenti esterni, quando c'è già personale qualificato e pratico del territorio». Pollice verso al piano Winkler anche da parte di Alleanza Nazionale. Che la settimana prossima organizzerà una manifestazione di protesta con volantinaggio in piazza Pittaluga. La replica a Merella arriva da Alberto Paganini, consigliere di An in circoscrizione: «L'area di Campostano è strategica per la realizzazione del piano Winkler, essendo l'unica dove si possono recuperare tutti i posti auto che si perderebbero con la pedonalizzazione di via Oberdan e via Sala». Un progetto di cui An «non vede lo scopo», tali e tante sono le ripercussioni negative su Nervi. Dall'incremento del traffico nella delegazione, ai tagli al verde pubblico, a partire da piazza Duca degli Abruzzi.