Piano Ue Domani il primo via libera

Un piano d’azione europeo «senza precedenti»: così la Commissione Ue definisce il pacchetto anticrisi da oltre 100 miliardi di euro che presenterà mercoledì prossimo. Pacchetto il cui via libera, di fatto, arriverà domani, con la sua approvazione da parte dei capi di gabinetto dell’esecutivo europeo. Sostegno alle famiglie più povere e ai lavoratori che perdono il posto; aiuti di Stato mirati e temporanei alle imprese in crisi; sussidi a chi produce auto pulite e case ecologiche; possibilità di allentare i cordoni del deficit per finanziare le misure anticrisi; rafforzamento del ruolo della Banca europea degli investimenti (Bei) per rilanciare le grandi opere; riduzione delle tasse per chi produce beni o servizi a basso consumo energetico: queste alcune delle «misure eccezionali» previste dal piano, al quale dovranno attenersi tutti i piani anticrisi dei governi europei (quello italiano sarà varato venerdì), in modo da garantire un «approccio che sia il più coordinato possibile». Evitando così una corsa folle ai sussidi pubblici.